Il Porto, la funzione militare

Augusta - Sicilia

Il porto di Augusta la Funzione Militare

Grazie alla sua posizione strategica, il ruolo militare costituisce la funzione primaria del porto, funzione che investe l’organizzazione della difesa delle frontiere marittime, la struttura della base navale e l’efficienza degli uomini e dei mezzi impiegati in una serie di compiti che impongono una costante attività operativa. A seguito della caduta del muro di Berlino e il susseguirsi delle lotte politico-sociali-religiose dei paesi mediorientali e africani, il fronte politico/militare si è spostato a sud del paese come inevitabile accresciuta importanza strategica del porto di Augusta. Circa un migliaio di navi militari approdano annualmente nel porto sia per effettuare rifornimenti che per altri motivi, ciò richiede attrezzature portuali adeguate, installazioni tecniche di varia natura e attività operative capaci di assicurare un supporto logistico e operativo alle unità navali. Il decollo economico dell’area industriale locale ha contribuito così ad assegnare al porto, che fino a quel momento era stato considerato solo per le sue funzioni strategiche e militari, una funzione industriale e commerciale. Le tre funzioni vengono così a coesistere, mediante la separazione delle aree funzionali destinate alla difesa e le aree destinate ad esigenze mercantili e commerciali. Dunque, il riconoscimento della funzione militare come ruolo primario non costituisce un elemento di penalizzazione per l’esercizio delle altre funzioni portuali, ma vuole indicare che le aree di servizio riservati ai compiti di natura militare non possono subire limitazioni.

A cura del Dr. Alberto Fazio

La rada di Augusta Immagine Google