Gli Svevi ad Augusta

Augusta - Sicilia

Gli svevi nel territorio


Nel 1186, Enrico di Svevia sposa Costanza d'Altavilla, figlia di Ruggero II e ultima erede della dinastia reale normanna la quale portava in dote il Regno di Sicilia. Alla morte del padre Federico Barbarossa, Enrico di Svevia diviene Imperatore del Sacro Romano Impero, con il nome di Enrico IV. Dopo aver sconfitto le residenze dei nobili normanni nell'anno 1195 riunisce sotto un unica corona il Regno di Sicilia. Enrico VI lascia quindi l'eredita' nelle mani del figlio Federico II un immenso impero che si estende dalla Germania all'Italia del Sud e alle terre siciliane. Sotto il dominio di Federico II, la Sicilia conobbe un altro grande momento di potenza e di ricchezza culturale. Ad Augusta per un controllo militare sul territorio Federico II di Svevia nel 1231 diede ordine di costruire un grande Castello con una piazzaforte di difesa all’estremità nord della penisola inglobando così la torre bugnata che, precedentemente serviva come difesa da chi via terra voleva espugnare la cittadina. Federico II scelse Augusta per il suo porto naturale che permetteva un riparo sicuro alle sue navi ed uno scambio commerciale con altri popoli.


A cura della Redazione

Cartografia della progetto del Castello Svevo