Presentato il Volume “PROFESSIONE PEACEKEEPER
Da Sarajevo a Nassiryah storie in prima linea” di Andrea Angeli

Notizia

Articolo pubblicato dalla Redazione il 16 marzo 2010

Andrea Angeli, funzionario ed addetto stampa O.N.U., attualmente Portavoce dell’Unione Europea della Missione in Afghanistan, ha presenziato ad Augusta alla presentazione del suo volume “Professione peacekeeper - Da Sarajevo a Nassiryah, storie in prima linea” organizzata dal Kiwanis Club sabato 13 marzo scorso al Circolo Ufficiali M.M. “Vandone”, in via eccezionale concesso dalla M.M. atteso lo specifico interesse del tema e la sua congruenza con le finalità dell’ente. L’iniziativa, di particolare rilevanza, attesa l’importanza internazionale dell’autore, ha visto l’intervento di altri due relatori: il Gen. di Divisione Vincenzo Coppola, Comandante delle Legione Carabinieri Sicilia, giunto da Palermo, e l’Amm. Giorgio Bernardi, Socio del Club, entrambi con una fitta serie di esperienze operative internazionali all’estero. L’evento è stato curato dall’Avv. Antonello Forestiere, Direttore del civico “Museo della Piazzaforte”, moderatore della serata, che sin da novembre dello scorso anno ha preso contatto con l’Autore a Kabul per definire ogni dettaglio della serata. La B.A.P.R. di Augusta, rappresentata dal Direttore della Succursale di Augusta Dott. Domenico Alberto Garsia, ha sponsorizzato il volume per il Kiwanis. Dopo l’intervento del Presidente del Kiwansi Amm. Gaetano Paolo Russotto, i due relatori hanno tracciato al qualificato uditorio uno spaccato della loro attività nelle varie missioni all’estero, sottolineandone gli aspetti militari e diplomatici più salienti. Preceduto da un commento al libro ed alla carriera da parte dell’Avv. Forestiere, è poi intervenuto l’autore che ha parlato della sua attività di “portatore di pace”. Angeli ha operato con l’O.N.U. sin dal 1987 trascorrendo lunghi periodi in Cile, Iraq, Namibia, New York (presso il Rappresentante Personale del Segretario Generale per il debito dei paesi in via di sviluppo) e Cambogia; a Sarajevo è stato per cinque anni Addetto Stampa della forza di pace, svolgendo un’ampia attivitá di raccordo con la stampa mondiale. Nel 2003 era a Nassiryah in Iraq al momento dell’attacco alla Base dei Carabinieri; è stato Angeli ad avere per primo il compito di collegarsi con le principali testate mondiali per riferire del tragico evento. E’poi rimasto coinvolto nell’ultima fase degli attacchi culminati nel c.d. assedio della CPA, nei quali rimasero feriti gravemente due fucilieri del Rgt. San Marco ed in cui perse la vita il lagunare Matteo Vanzan. Dopo un nuovo periodo nei Balcani ed a Timor Est., Angeli sta adesso operando per l’U.E. a Kabul. Nel 1996 Angeli ha ricevuto il 1° Premio Internazionale San Tommaso Apostolo tra le Genti, per essere stato il primo funzionario italiano ONU a prestare servizio a Sarajevo durante la guerra. Nel 2007 ad Andrea Angeli ed al Colonnello della Brigata Sassari Gianfranco Scalas é stato conferito il Premio Speciale Antonio Russo per la lunghissima attivitá di pubblica informazione in seno alle missioni di pace. Nel 2008 Angeli e' stato nominato Commendatore dell'Ordine della Stella della Solidarieta' della Repubblica Italiana. Il libro, con prefazione di Gianni Riotta, raccoglie le memorie di Angeli nella sua ventennale esperienza al servizio della Pace e della Solidarieta’ internazionale. Rischiare la vita per portare la pace, rischiando sempre di scontentare qualcuno, sempre e comunque: questo è il destino dei peacekeeper, "portatori di pace". C´è un ventennio di storia nel libro di Angeli, meticolosa autobiografia di un nomade nei punti caldi del globo dalla fine degli anni Ottanta in poi. Angeli è il civile italiano più noto in missione per conto dell´O.N.U.. Difficile trovare una missione all'estero delle nostre Forze Armate e dei Carabinieri, in particolare, negli ultimi venti anni che non lo abbia visto partecipe. Il volume è stato presentato in circa sessanta citta’ italiane, in numerose sedi militari delle Forze Armate oltre che all'Istituto Italiano di Cultura di New York. Alla presentazione tenutasi ad Augusta sono intervenuti il Comandante di Marisicilia Amm. Sq. Toscano; il Contrammiraglio Licci, Direttore di Marinarsen e Presidente del Circolo Ufficiali M.M. di Augusta; il C.V. Amore C.te di Maribase; la sig.ra Guttadauro Vella, congiunta di Medaglia d’Oro al V.M. alla Memoria; il Gen. Ciardi, già Direttore OSCE (Org. per la Sicurezza e la Cooperazione Europea); il Comandante Prov.le Carabinieri Col. Mennitti; C.ti ed ufficiali delle Compagnie di Siracusa, Augusta e Noto dei Carabinieri, rispettivamente Cap. Picozzo e Ten. Ruocco, Cap. Musto e Cap. Corradetti; il Cap. Leotta C.te Compagnia G.d.F. di Augusta; l’Avv. Monticchio del Corpo Militare della Croce Rossa. Per le Autorità civili il Vice Presidente della Provincia di Siracusa Reale; il Difensore Civico del Comune di Augusta Avv. Migneco Omodei; il Sen. Maiorca; l’On. Avv. Forestiere. Tra i qualificati ospiti il Prof. Pavone dell’Università di Catania; l’Amm. D’Onofrio; il Gen. Inzolia; il Dott. Gaetano Gulino, componente della Commissione Comunale di Storia Patria; la Dott.ssa Sortino, Dirigente del 1° Ist. Compr. “Principe di Napoli” di Augusta. Per le Associazioni d’Arma erano presenti il Presidente della Sez. UNUCI di Augusta Cap. Italia, il Presidente della Sez. di Augusta dell’Istituto del Nastro Azzurro fra Decorati al V.M. Cav. Failla e di Lentini Cav. Grancagnolo; il Vice Presidente M.llo Giallongo e delegazione della Sez. di Augusta dell’Ass. Naz. Carabinieri; il Segretario della Sez. ANMI di Augusta Sig. Giannetto. I sodalizi storico-culturali erano rappresentati dal Sig. Domenico Collorafi per il “Gruppo Modellisti Città di Augusta”, dal Dott. Alberto Moscuzza, Presidente dell’Ass. “Lamba Doria” di Siracusa, e dal Sig. Giacomo Casole, Presidente dell’Associazione “Due Sicilie”. Sono intervenuti altresì il Presidente del Circolo “Unione” di Augusta Dott.ssa Bruno Ferraguto, numerosi soci dei club service cittadini ed i rappresentanti della stampa. Agli interventi sono seguite numerose domande da parte del pubblico presente (Sen. Maiorca, Dott. Limma, Avv. Cocciolo, Prof. Casole, C.te Capuano) su aspetti particolari degli argomenti affrontati con le esaurienti repliche degli oratori e dell’autore. Si è trattato, in conclusione, di una serata di particolare interesse e di sicura riflessione ed arricchimento culturale per quanti vi hanno preso parte.
________
Andrea Angeli, portavoce dell’Unione Europea in Afghanistan.


A cura di Francesco Carriglio